PM_322Si stringe la collaborazione di ZUP con diversi gruppi di lavoro. La rete non riservato, in primis, di cui siamo parte e seguiamo con attenzione le attività.

Il networking internazionale, vero ambito di scambio e condivisione, di ImpactHUB Milano, con il quale si infittiscono i ragionamenti sull’innovazione sociale e sull’apporto che la cultura può dare a questo processo.

Il Politecnico di Milano, dipartimento di design, e le due aree di design della comunicazione, e di design d’interni (che si occupano di agricoltura urbana e di design degli spazi verdi) è nostro partner in un progetto di co-progettazione e di partecipazione, sul quale siamo al lavoro dalla primavera 2013: In un giardino.

Le prime azioni si sono svolte in autunno, nei mesi di ottobre e novembre 2013, prossimamente i risultati di questo progetto sperimentale, dedicato a 8 aree del quartiere Dergano- Bovisa, che coinvolge cittadini e studenti del Politecnico, promosso da ZUP insieme all’associazione de.de.p e altre realtà di quartiere. In un giardino ha trovato anche il sostegno del consiglio di zona 9, comune di Milano, che promuoverà la parte finale delle nostre attività del 2013 #workinprogress

Annunci

Sempre a fine maggio, un incontro particolare. Un giardino, una zuppa, una torta.  Si trattava di una vera e propria cura di bellezza per un angolo di città.

Noi mettevamo uno spazio verde per assaggiare la città, il giardino Carnevali, e dal nostro ricettario della Bovisa avevamo scelto Energia dolce di Dergano di ZUP.

Questi gli ingredienti di un incontro al giardino carnevali, promosso all’interno della MilanoFoodweek13  (che ci vedeva coprotagonisti insieme ai compagni instancabili di cap20100).

Questa iniziativa è stata anche l’ultima (prima della pausa estiva) della serie “Idee e Zappe”, a cura di ZUP e con il supporto del comitato giardino Carnevali, che con il patrocinio del consiglio di zona 9 di Milano ha ritmato incontri di giardinaggio, di cura di uno spazio degradato, di riappropriazione di senso per un angolo di città. Il resto dell’estate è stato dedicato al calendario dell’acqua.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ possibile immaginare uno scenario diverso?

Questa è la domanda chiave per un percorso critico curato da Raffaele Quattrone che ha dato forma a //:(TT)+U=Think The Unthinkable  allestita negli spazi della Galleria OltreDimore.

ZUP, è stato selezionato per la collettiva, e ha portato per la prima volta lo ZUPlab a Bologna, il 23 maggio 2013.

Cosa abbiamo fatto?

Abbiamo letto la città, usando i suoi luoghi comuni e cercando nuovi punti di vista, meraviglie e novità. Infine abbiamo tradotto le esplorazioni in ricette, per degustare e cucinare insieme zuppe di Bologna.

Cucinare la “dotta, la grassa, la rossa” poteva sembrare quasi un azzardo, ma le ricette ci sono e sono molto belle e buone. Ps: per il ricettario, rimesso a nuovo, ancora qualche settimana di attesa!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.