Dopo aver viaggiato da nord a sud per l’Italia, ritorniamo alla base, a Milano, e naturalmente a Dergano. Per ricominciare il viaggio, questa volta nella città, attraverso i suoi quartieri, le sue persone, le sue zuppe e i suoi racconti.

E ricominciamo con la nostra raccolta di storie da un quartiere vicino (per chi se la fosse persa, qui la prima puntata): vicino perchè racchiude il mondo, come la cucina di Michael (o Michele che dir si voglia), che è egiziano ma le sue specialità sono italiane e messicane (e chi ha provato la sua cucina slow a dispetto di qualunque etichetta di fast food, sa che comunque ci si sente a casa).

Dergano è un quartiere vicino perchè, come ci spiega Pasquale, in fondo sono le relazioni umane che creano l’anima di un quartiere, che lo rendono vivo e vivibile.

E Dergano è un quartiere vicino perchè qui si può trovare un angolo di verde, di natura, di sorpresa: anche per chi, come Diouane, è venuto da un mondo più o meno lontano ed è approdato in questo porto di terra.

Se volete unirvi a voi nel nostro viaggio in città, seguiteci nelle prossime tappe! Cominceremo il 9 ottobre prossimo proprio da Dergano!

Annunci
La Fiera dei Progetti - Le sessioni di discussione

(c) BAM - Bologna Art Managers. All rights reserved.

Tra palazzi barocchi e cortili inondati di sole, spazi riqualificati e perle architettoniche, a piedi da una sede all’altra esplorando il centro storico di Lecce per farsi ammaliare dalla sua straordinaria bellezza: questo è stato Artlab 2011, ma non solo. E’ stato anche la possibilità di incontrarsi e rincontrarsi, discutere e scambiare visioni e progetti.

Noi abbiamo portato ZUP alla fiera dei progetti: lo abbiamo raccontato in 3 minuti davanti alla plenaria, e poi discusso in un gruppo più ristretto mettendo in evidenza nodi critici e spunti di crescita. Ma ad Artlab si è parlato anche di reti, di sostenibilità, di valutazione dell’impatto della cultura. Ci è piaciuto sentir parlare di cultura e creatività come elementi di un nuovo welfare, che mette al centro di una società complessa la persona, che considera l’individuo come portatore di bisogni e diritti di cittadinanza universali: una cittadinanza culturale da rifondare, come ha giustamente detto lo scrittore Antonio Scurati, un ragionamento perfettamente in linea con il nostro progetto e i suoi obiettivi.

Vi lasciamo un piccolo extra: un breve video dalla presentazione di ZUP, dove raccontiamo le fasi di realizzazione del progetto.

P.S. per saperne di più su Artlab e su quello che è successo vi consigliamo anche il blog Indigestione Culturale degli amici BAM!

Cominciamo a raccontarvi alcune storie da un quartiere vicino: una serie di videocartoline che raccontano Dergano, attraverso le parole di chi il quartiere lo vive quotidianamente. Il primo nucleo di una collezione di trame che il progetto ZUP restituisce al territorio.

Il racconto di oggi è quello di Paolo, una storia di passione sportiva e di “attaccamento alla maglia”. Non perdetevi il video!

Immagina Milano, qui.

maggio 24, 2011

Durante la ZUPfest, per tutta la giornata, le video installazioni di Immagina Milano sono state visibili e navigabili presso la galleria Circoloquadro, a due passi da Dergano, nel cuore della Fonderia Napoleonica Eugenia.
“Immagina Milano” è progetto a cura di Marisa Galbiati e Francesca Piredda con Paola Bocci, Elisa Bertolotti, Mariana Ciancia, Katia Goldoni, Walter Mattana, Marco Ronchi e Davide Grampa (Lab. Movie Design). Da due anni indaga la città e i suoi quartieri (inclusi Dergano e Bovisa) attraverso lo strumento audiovisivo. I video sono stati realizzati dagli studenti della Scuola del Design del Politecnico di Milano, durante gli anni accademici 2009-2010 e 2010-2011

Due i temi, su cui si è basato anche il nostro allestimento: Cammina Milano, un percorso sulla mobilità sostenibile, e Racconti di strada, una ricerca sulle storie e i racconti di quartiere

Per chi avesse perso le installazioni video sono visibili anche sul canale youtube del dipartimento!

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’82 è la linea di autobus che percorre Dergano, collegando il quartiere con la Stazione Centrale, la metro gialla, e la periferia nord. E’ un vero meltin’ pot di lingue, culture, abitudini, stili, ed è in piccolo un campione rappresentativo non solo del quartiere, ma dell’intera città.

Un gruppo di studenti del dipartimento INDACO del Politecnico di Milano (Marta Isabella Reina, Laura Stefani, Gianvito Toscano, Luca Trinchero, Chiara Vanini), nell’ambito del loro percorso di studi, ha preso l’82 e lo ha utilizzato come strumento per raccontare Dergano, costruendo un mosaico di voci e di punti di vista. Qui sotto il video, buona visione!

ZUP trailer, il making of

dicembre 23, 2010

ZUP – Zuppa Urban Project. Azioni Culturali nel Territorio è un progetto che ruota intorno al cibo, alla cultura e alla creatività come strumenti per attivare la partecipazione delle persone sul territorio, per innescare processi di rigenerazione urbana.

Cibo + cultura: non poteva non tornare alla mente la ormai celeberrima frase per cui “la cultura non si mangia”. Ne siamo veramente sicuri?

Abbiamo dato un’interpretazione ironica a questo dilemma, e fotocamera alla mano abbiamo chiesto a personaggi veri del quartiere di Dergano a Milano di dirci la loro. Il risultato lo avete visto qui. E’ un video volutamente lo-fi, volutamente scherzoso, e assolutamente privo di riferimenti a fatti o persone esistenti…

Ringraziamo tutti i protagonisti per essere stati al nostro gioco!