Una scatola che contiene cose, una scatola che contiene esperienze, un nuovo modo per dare fisicità a ciò che solitamente è intangibile. Tutto questo è ZUPkit!

Con Semi di ZUP un modo per vivere gli itinerari e i laboratori ancora prima che partano. L’esperienza diventa un gioco e un ricettario e può essere già praticata prima di partecipare alle prossime iniziative di ZUP.

Sono già usciti i primi due: sono destinati rispettivamente ai “turisti urbani” e ai bambini di ogni età, e contengono, oltre alla tessera associativa e all’iscrizione per le rispettive attività del 17 marzo (laboratorio EsploraZUP) e del 24 marzo (visita narrata MilanofuoridaMilano), due diverse produzioni editoriali:

–       per i turisti urbani, il ricettario “Assaggi di Città”: storie del territorio, dal quartiere alla zuppa, ingredienti e preparazione di splendide zuppe e altrettanti racconti istantanei del quartiere

–       per i bambini il gioco “EsploraZUP” (illustrato da Maristella Mangipinto) per piccoli e grandi esploratori di città

ZUPkit, nelle sue due versioni, è disponibile al costo di 15€ presso i negozi della rete ZUP: per conoscere i punti vendita, ordinarlo e saperne di più scrivere a progettozuppa@gmail.com. Nel frattempo, se siete curiosi, ecco una preview dei kit…

Metti un sabato mattina, in uno degli spazi più belli e creativi di Milano. Metti la curiosità e la voglia di conoscere meglio una parte della città. Metti la creatività, la fantasia, il gioco come strumenti di scoperta e riflessione. Metti tutto questo ed ecco ZUPlab, che questa volta ha avuto come scenario e oggetto di esplorazione la zona di Via Paolo Sarpi e dintorni. continua a leggere…

Immagine

Il taccuino Moleskine è il luogo dove si incrociano gli appunti, i progetti, le relazioni, i promemoria e le memorie, parole, idee, sogni, progetti, storie.

Come all’Hub, piattaforma di scambio tra persone e idee.

Raccontiamo questi progetti, allora, e facciamolo con una Zuppa. ZUP – Zuppa Urban Project attiva la condivisione e la creazione di nuove ricette dell’innovazione sociale e culturale.

Il 6 dicembre le ricette della creatività a The Hub, e presto il racconto su questo blog e sulla nostra pagina facebook!

Un’infografica per descrivere il nostro workshop ZUPlab: per raccontare come si passa dalle idee a un piatto che racconta un’esperienza di visita e di esplorazione, dall’intangibile al tangibile, dagli ingredienti di una città agli ingredienti di una zuppa. Un processo creativo per realizzare assaggi di città e di quartiere!

La ZUPfest si è svolta in un’estiva giornata di primavera, il 21 maggio. Ecco il racconto della giornata attraverso le immagini e le parole (gli sms) dei partecipanti.

Accidenti. A Dergano si va pure in bici.

Ma soprattutto si cammina: come abbiamo fatto noi, esplorando il quartiere con i piedi, con i sensi, con uno sguardo che apre scorci inediti sul quotidiano. Assaggiando e degustando le zuppe che raccontano un quartiere, una città.
Pronti a partire per ZUP on the road! Ed è subito ZUPstop, con la Zuppa paesana al profumo d’oriente, ospiti di Calcio Retrò.

Ribaltare il punto di vista sulla città è uno degli obiettivi di ZUP: per produrre nuovi sguardi, nuove idee, nuove progettualità per una Milano in perenne movimento. ZUP è un modo per andare oltre gli stereotipi, per provare a fare un passo in avanti rispetto ai clichè: alla ricerca della città nascosta, della sua creatività, delle culture che la abitano.
Proviamo a raccontare una storia diversa, a guardare oltre l’immagine da cartolina, positiva o negativa che sia. Non possiamo che citare Bruno Munari, che in questo lavoro ci ha ispirato, e il suo modo peculiare di interpretare le cartoline, per provocare un ribaltamento del punto di vista:

«Mandiamo qualche cartolina ai nostri amici» disse Dilma a Bruno. […] Alcune [cartoline] erano curiose come inquadratura e si presentavano a giochi di parola nei saluti, altre ci suggerivano loro stesse, di tagliarle e ricomporle in altro modo oppure di bucarle, di decorarle di modificarne la forma che di solito è solo rettangolare, sempre uguale.

Bruno Munari, Saluti e Baci, ed. Corraini, Mantova, 2000
Per nuove e insolite cartoline di Milano, seguiteci qui e su facebook!

Giocare è un modo per conoscere, per imparare, per scambiare, per condividere.
Quali giochi in città? La città è un terreno di gioco?
Durante il workshop dell’1-2-3 aprile useremo il gioco per condividere e scambiare idee, ma soprattutto per cambiare idea.
«L’Homo Ludens vorrà lui stesso trasformare e ricreare questo ambiente e questo mondo secondo i suoi bisogni. L’esplorazione e la creazione dell’ambiente verranno allora a coincidere perché l’Homo ludens, creando il suo territorio da esplorare, si occuperà di esplorare la propria creazione» (da Careri, New Babylon, p. 36, cit qui).
La Zuppa ti rimette in gioco.
Se ti piace unisciti a noi su FB e invia la tua candidatura al WS .

Da cosa nasce il progetto ZUP? Innanzitutto da una considerazione: la cultura si mangia.

Non intendiamo solo il cibo come cultura, come elemento di quella cultura materiale che contribuisce a costruire le identità di un territorio e delle comunità che lo abitano …continua a leggere…